Flandrensis: il Grande Duca dei Pinguini. Intervista con la micronazione antartica.

“L'unico Paese al mondo che non vuole che la sua terra sia abitata da persone”, Flandrensis si trova su cinque piccole isole delle coste dell'Antartide occidentale: e nel 2008 ha basato la sua affermazione su un'interpretazione del Trattato sull'Antartide (1959). Il trattato proibisce a qualsiasi nazione di rivendicare il territorio antartico tra 90-150° (Antartide occidentale), ma il trattato non menziona le rivendicazioni di singole persone. Così l'attuale reggente Nicholas de Mersch d'Oyenberghe rivendicò le isole a suo nome personale e inviò lettere alle Nazioni Unite e alle nazioni che firmarono il Trattato sull'Antartide per informarle della sua rivendicazione, quindi concesse le sue isole al Granducato. Tutti questi paesi hanno ignorato la rivendicazione territoriale di Flandrensis. Il Granducato di Flandrensis è una micronazione composta da cinque piccole isole nell'Antartide occidentale. Questa prima frase da sola sorprende già molte persone e le affermazioni sembrano ridicole per la maggioranza, ma è così?

Flandrensis non è una simulazione o un gioco. Siamo una micronazione! In qualità di organizzazione ambientale senza scopo di lucro, il nostro messaggio è più importante della nostra autodichiarata sovranità. Dal 2008 promuoviamo in modo creativo la consapevolezza del cambiamento climatico. Con la pretesa di essere “L'unico Paese al mondo che non vuole che la sua terra sia abitata da persone”, Flandrensis vuole rilasciare una dichiarazione alla comunità internazionale. Che cosa rappresenta la vostra bandiera? La bandiera del Flandrensis è ispirata alla prima bandiera belga del 1830. La fascia gialla della bandiera belga originale è stata sostituita da una bianca che simboleggia un nuovo inizio. Per lo stesso motivo ci sono anche due leoni sullo stemma, basato sul leone fiammingo. Potete raccontarci qualcosa sulle vostre origini e intenzioni?

Rappresentando cittadini in più di 70 paesi in tutto il mondo che sono preoccupati per l'attuale situazione in Antartide, consideriamo nostra responsabilità protestare contro organizzazioni o paesi che danneggiano l'ambiente antartico e supportare coloro che vogliono trasformare l'Antartide in un'area marittima protetta. Crediamo che l'Antartide sia uno dei pochi posti su questo pianeta a rimanere relativamente incontaminata dagli esseri umani e crediamo fermamente che dovrebbe rimanere una riserva naturale disponibile solo per la ricerca scientifica ben oltre la scadenza del Trattato sull'Antartide nel 2048.

Ma perché qualcuno dovrebbe avviare il proprio paese?

Quando hai un ideale puoi creare un'organizzazione senza scopo di lucro, una ONG, un'azienda, un sindacato o anche un partito politico, hai molti strumenti. Le micronazioni, se eseguite in modo intelligente e in modo interessante, diventano un altro strumento che le persone possono utilizzare per raggiungere i propri obiettivi. Il Granducato di Flandrensis non è una ONG come Greenpeace o il WWF con fondi sufficienti per lanciare campagne. Flandrensis è un'organizzazione ambientale senza scopo di lucro e una micronazione. Crediamo che piccole azioni insieme possano fare la differenza per il cambiamento climatico .

Piccole azioni = grande cambiamento?

Nel Flandrensis incoraggiamo i nostri cittadini a ridurre la loro impronta di carbonio con passaggi piccoli ma facili. I nostri pilastri ecologici sono: ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2 : andare a lavorare a piedi, in bicicletta o con i mezzi pubblici, utilizzare l'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, ecc. Ridurre il consumo di acqua : usa sempre l'acqua in modo ragionevole! Riciclare: inclusi materiali di consumo elettrici ed elettronici, carta, toner, ferro, alluminio, PET, vetro, plastica, ecc. Cibo locale: acquista dalle fattorie locali o dai mercati degli agricoltori quando possibile.

Di recente avete firmato delle lettere al rivolte al G5 nel 2019 e in passato verso altri eventi governativi. Che peso ha questa azione? Inviamo lettere di protesta a governi o aziende che violano accordi ambientali in Antartide o che minacciano il già fragile ecosistema (caccia alle balene, miniere, inquinamento, turismo, eventi sportivi, ecc.).Ma inviamo anche lettere di apprezzamento a persone e organizzazioni che proteggono il continente bianco e chiediamo supporto per trasformare l'Antartide in una riserva naturale protetta. Nel 2016 il Ministero degli Affari Antartici, dell'Ambiente e dei Cambiamenti Climatici ha iniziato a valutare le politiche ambientali di tutti i paesi del mondo, nel 2020 il governo del Flandrensis invia già 67 lettere a paesi e organizzazioni. Ci occupiamo di promuovere il micronazionalismo ecologico: Flandrensis è coautore di diverse carte come l'Accordo ambientale di Alcatraz (nota: la micronazione di Jacopo Fo) (2014), la Carta ecologica micronazionale (2016) e la Dichiarazione micronazionale sulla gestione ecologica (2017).

Quindi Flandrensis è più di un movimento ecologico?

Sebbene il nostro messaggio sia più importante della nostra autodichiarata sovranità, facciamo del nostro meglio per sviluppare la nostra micronazione il più professionale possibile. Gestiamo seriamente la micronazione e incoraggiamo i nostri cittadini a sviluppare i loro talenti in politica, diplomazia, media, economia, ecc. E Flandrensis è una finestra per promuovere il micronazionalismo. Con più di 10 anni di esperienza incoraggiamo e supportiamo le persone a iniziare la propria micronazione, perché il micronazionalismo è uno dei modi migliori per sviluppare talenti e creatività... e ancora più importante: è divertente!

Riguardo la nobiltà micronazionale, nel 2015 l'autore belga Julien Oeuillet ha pubblicato il libro "Le business des vanités: enquête sur les arnaques à la noblesse" sul tema della finta nobiltà e delle truffe. Il libro menziona diverse micronazioni come Hutt River, Araucanía e Patagonia e Flandrensis. L'autore ha descritto la micronazione Flandrensis come un modo alternativo e umoristico per ottenere un titolo di nobiltà, cosa rispondete a questa dichiarazione?

Quella nobiltà esiste solo per il carattere medievale della micronazione e non per l'ambizione di creare titoli. Né il fondatore né i “cittadini” li usano al di fuori della comunità delle micronazioni. Sebbene quei titoli siano considerati reali e legali, perché quelli non sono titoli nobiliari belgi, ma quelli flandrensi. La micronazione non vende titoli nobiliari. Ad alcuni l'idea può sembrare, a prima vista, infantile, ridicola o addirittura narcisistica, ma esistono molti micronazionalisti che vanno oltre questi stereotipi negativi. Non tutti i granduchi o le imperatrici vogliono auto-glorificarsi.

In che modo vivete la vostra territorialità?

L'Antartide e le acque circostanti sono sotto la pressione di una varietà di forze che stanno già trasformando l'area, avvertono gli scienziati. Le minacce più immediate sono il riscaldamento regionale, l'acidificazione degli oceani e se la perdita di ghiaccio marino, tutte legate ai livelli globali di anidride carbonica. La copertura di ghiaccio marino, cruciale per la sopravvivenza di quasi tutti gli animali che vivono nel continente e nelle sue vicinanze, è già stata ridotta dal riscaldamento.

Anche le visite di turisti e altre persone minacciano di cambiare l'Antartide, così come la raccolta di animali come il krill che sono fondamentali per la catena alimentare antartica.

Sebbene il Trattato sull'Antartide proibisca l'estrazione mineraria commerciale nel continente, questa disposizione è soggetta a modifiche e non ferma i paesi che non hanno firmato il trattato. Il trattato inoltre non impedisce l'esplorazione offshore, che sta diventando più fattibile con l'avanzare della tecnologia e la crescita della domanda di petrolio e altre risorse.

Se c'è meno ghiaccio, ci sono più persone e turisti che visitano la penisola antartica e c'è più esplorazione scientifica per minerali e altre risorse. Un aumento dei visitatori significa più disturbi al fragile ecosistema, più inquinamento e più opportunità di portare organismi nel continente da altre parti del mondo.


Anche le specie possono essere colpite più direttamente. Ad esempio, i pescherecci prendono di mira il krill e altre specie, stressando le popolazioni vulnerabili.

Il cambiamento climatico in Antartide avrà quindi effetti drammatici sia a livello globale che locale e forse danneggerà alcune delle specie più amate al mondo. Gli studi hanno scoperto che l'Antartide ha perso circa 100 miliardi di tonnellate di ghiaccio continentale all'anno dal 1993, causando un aumento del livello del mare globale di circa 0,2 mm all'anno.

Volete lasciare un ultimo messaggio ai nostri lettori? Le rivendicazioni territoriali del Granducato del Flandrensis sono una dichiarazione alla comunità internazionale: l'Antartide è uno dei pochi luoghi sulla terra ad essere perennemente disabitato da esseri umani e vogliamo mantenerlo così! Flandrensis è l'unica nazione al mondo che non vuole nessun popolo sul suo territorio!

-

Dichiarazione rilasciata al blog Freccia Nera il 12 Settembre 2020 dal Consolato Estense del Flandrensis in occasione del dodicesimo anniversario della fondazione.

Sezioni N-AM

LA FRECCIA NERA: BLOG NAZIONAL-ANARCHICO \\ IMPRESSUM

 

La Freccia Nera è la voce dei nazional-anarchici in Italia, facciamo parte della grande famiglia delle sezioni autonome del movimento nazional-anarchico (N-AM, Nationa Anarchist Movement) e siamo affiliati al Nazional-Anarchismo.

Siamo gli anarchici identitari che hanno preso come riferimento il movimento creato negli anni '90 da un sodalizio di anarchici, anarco-marxisti e terza-posizionisti in risposta alla totale genuflessione delle forze rivoluzionarie allo stato burocratico, siamo onesti e schietti di combattere per un mondo di comunità anarchiche inclusive e libertarie.


Il Nazional-Anarchismo approda in Italia ufficialmente nel 2014, dopo svariati tentativi sfumati negli anni precendenti, portando avanti azioni metapolitiche e proteste in tutto il suolo italico e non.

Sebbene questo spazio sia stato fondato dai nazional-anarchici partenopei dopo la distribuzione dell'omononimo foglio, La Freccia Nera, è uno spazio dove confluiscono articoli scritti da compagni delle diverse sezioni italiche e internazionali. Gli articoli sono redatti,scritti e pubblicati dai nazional-anarchici partenopei e campani, salvo specifiche all'interno degli articoli del pubblicati


La sezione autonoma in lingua italiana comprende : Nassion Piemonteisa & N-AM Oucitaniò (Piemonte ed Occitania), Patria Partenopea (Campania), Sezione Autonoma Estense (Emilia Romagna), Gatto Ribelle (Milano)., Sezione Autonoma Lago Trasimeno (Umbria).

 

NAZIONAL-ANARCHISMO : PER LA COMUNITA' CONTRO LO STATO
 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now